.

zamparzigogola
Dal punto di vista di ariela: io, Israele, il m.o., il mondo
CULTURA
21 dicembre 2011
Auguri

                          

  

                 

Buon Natale e Buon 2012 a chi ancora passa di qui  e mi ricorda...l’intenzione c’è (di

riattivare il blog) ma...

 




permalink | inviato da ariela il 21/12/2011 alle 7:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa
6 ottobre 2011
Alessandro Fersen 1911-2011

                             

Alessandro Fersen 1911-2011

 

Per le celebrazioni del centenario della nascita del maestro, a dieci anni esatti dalla sua scomparsa, la Fondazione Alessandro Fersen ha organizzato una serie di eventi nella seconda metà di

ottobre 2011:

Mercoledì 19 Ottobre

*  Conferenza stampa – Presentazione dettagliata del programma del convegno dal titolo “Fersen – itinerario ininterrotto di un protagonista del Novecento” che si terrà nella meravigliosa Biblioteca Vallicelliana, Piazza della Chiesa Nuova, 18 – Roma.

*  Presentazione della riedizione del volume “Il teatro, dopo” di A. Fersen, pubblicato in due edizioni dalla Casa Editrice Laterza nel 1980, ora, arricchito dalle critiche introduttive dei Professori Luigi Maria Lombardi Satriani e Maricla Boggio ed edito da Bulzoni Editore.

*  Apertura della mostra che affiancherà il Convegno, in cui verrà esposta una varia ed interessante documentazione riguardante principalmente A. Fersen, ma anche rappresentativa dell’attività culturale, specialmente teatrale, della seconda metà del Novecento. La mostra sarà curata ed allestita dal Dott. Gian Domenico Ricaldone del Museo Biblioteca dell’Attore di Genova, dov’è custodito il Fondo Alessandro Fersen.

Mercoledì 26 Ottobre

Serata Fersen al Teatro Piccolo Eliseo – Patroni Griffi – via Nazionale, 183 – Roma.

La serata che precederà il convegno prevede letture di testi di A. Fersen interpretati da attori diplomati all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” con la regia di Silvio Araclio. All’evento seguirà un ricevimento informale, occasione per un incontro tra amici di Fersen, ex allievi ed operatori del settore.

 

Giovedì 27 Ottobre e Venerdì 28 Ottobre

Saranno dedicati al Convegno, i cui lavori si svilupperanno in tre sessioni e tratteranno dell’operato di A. Fersen ed anche del proseguimento della sua ricerca nel campo teatrale, antropologico, filosofico e pedagogico.

Tra i relatori: Prof.ssa Maricla Boggio (Roma), Prof. Eugenio Bonaccorsi (Genova), Prof. Luigi Maria Lombardi Satriani (Roma), Prof. Gaetano Oliva (Milano), Dott. Mario Prosperi (Roma), i Dott. David Beronio e Clemente Tafuri (Teatro Akropolis, Genova), Prof. Ferruccio Marotti (Roma) ed altri importanti nomi del mondo teatrale ed accademico italiano. Naturalmente non mancheranno interventi di ex allievi dello Studio Fersen di Arti Sceniche, tanto cari al Maestro.

 

Per ulteriori informazioni: www.fondazionefersen.org

 

 

 

 




permalink | inviato da ariela il 6/10/2011 alle 20:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
5 ottobre 2011
Chi ha paura delle opinioni altrui?

                                                       

VADO A FARE UNA RICERCA SU WIKIPEDIA.............

AH... OPS... NON POSSO VIVO IN ITALIA !

Ma cosa cavolo succede in Italia???




permalink | inviato da ariela il 5/10/2011 alle 20:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
30 settembre 2011
Auguri

 Da  Pessach A Rosh Ha Shanà, il capodanno ebraico, una grande interruzione, ma presto tornerò. Intanto auguri di buon 5772 agli ebrei che passano di qua ed anche ai non ebrei, gli auguri non sono mai di troppo.                             

                                            




permalink | inviato da ariela il 30/9/2011 alle 0:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
18 aprile 2011
Stomaco e religione

                

                       

 

Pessach Sameach     Buona Pasqua

 




permalink | inviato da ariela il 18/4/2011 alle 0:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa
27 marzo 2011
.... :))

          




permalink | inviato da ariela il 27/3/2011 alle 19:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
25 marzo 2011
Per chi vuole capire



permalink | inviato da ariela il 25/3/2011 alle 8:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
21 marzo 2011
Ucci, ucci, sento odor...

Ucci, ucci, sento odor di islamucci.

Qualche mese fa Al Qaida aveva annunciato di preparare una bella sorpresa all’occidente per il 2011 (ma cosa cavolo hanno con il numero 11?).  Le rivolte nei paesi islamici in nome della libertà e della democrazia mi hanno lasciata piuttosto interdetta e stupita. Da una parte volevo credere che veramente volessero la libertà e la democrazia, dall’altra i miei  più di cinquant’anni in Medio Oriente mi sussurravano “Mavvai, non è così che matura la democrazia”.

 I risultati del sondaggio in Egitto mi hanno schiarito le idee.

Il Secolo XIX, oggi:

  Il Cairo - I sì hanno vinto con il 77,2% dei voti mentre i no hanno incassato il 22,18% dei consensi nel referendum sulle modifiche alla Costituzione, che si è svolto ieri in Egitto. Il referendum sulle modifiche alla Costituzione è stato il primo voto del dopo Mubarak.

A sostegno del sì si sono schierati i Fratelli Musulmani e il partito dell’ex rais, il partito democratico nazionale. Per il no i giovani della rivoluzione e i partiti che li sostengono e i copti, oltre ai più gettonati candidati alla presidenza Mohamed El Baradei, oggetto ieri di un’aggressione al seggio, e Amr Mussa, attuale segretario generale della Lega araba.

Chiaro? OK

Quando qualcuno di voi avrà tempo, mi potrà spiegare cosa diavolo gli europei sono andati a cercare in Libia?

Cosa ne dite, ragazze, vero che il celeste è più primaverile?

 

Meglio incominciare ad adattarsi alle nuove mode...  

 

 




permalink | inviato da ariela il 21/3/2011 alle 22:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
12 marzo 2011
Sgozza l'ebreo

          

Che nessuno, ma proprio nessuno venga a dirmi che ammazzare a sangue freddo a coltellate bambini e neonati, sia un atto politico. E' un atto da islamici degenerati e primitivi, di quelli che urlavano ed ancora urlano "Itbach el Yahud = Sgozza l'ebreo". E infatti hanno sgozzato un'intera famiglia. Hamas ha definito l'orripilante atto "Operazione eroica".

Nei prossimi giorni leggeremo le contorte spiegazioni/giustificazioni degli pseudo-sinistroidi.

 




permalink | inviato da ariela il 12/3/2011 alle 20:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa
10 marzo 2011
Neve e riflessioni

Ieri mattina, mercoledì 9 marzo, mi arriva una “e-mail” in ufficio per mezzo del “Calender”: Subject:  emergenza neve

Location: sala delle riunioni centrale

Start Time: 11.00

End Time: 12.00.

Mia risposta: decline

Notes: non nevicherà, comunque noi (=infermeria, anziani, malati, invalidi ecc.) siamo pronti.

Essere anziani ed avere un certo carattere (lunatico) ha un vantaggio quando si lavora con persone che hanno, al minimo, un ventina di anni meno di me: non discutono. Ed hanno fatto bene, infatti non ha nevicato. Come hai fatto a saperlo?  Non c’era odore di neve. Ma...la neve ha un odore? Eccome se ce l’ha! Ho risposto mentre mi tornava alla memoria la frase di non so quale canzone ...scende lentamente nelle vene e pian piano arriva fino al cuor....pensando  non all’amor, ma a quel freddo pungente, ma tranquillo, che precede la neve e che mi manca tanto.

            

             Kibbuz Bar Am 1992

Nel movimento kibbuzzista, sta spopolando un libro intitolato “Eravamo il futuro”. La scrittrice è una donna di cinquant’anni, nata e cresciuta in un kibbuz del nostro movimento che si trova qui al nord. Da anni vive a Tel Aviv. Se ne parla molto del suo libro, le descrizioni che a volte divertono, a volte ci mostrano noi stessi con i nostri stessi occhi, ma come se fossero usciti dalle proprie orbite e si fossero affacciati ad una finestra dirimpetto. La solita polemica “Abbiamo o non abbiamo sbagliato ad educare i figli con il metodo dell’educazione collettiva?”. Io, e su questo blog l’ho detto più volte, non credo si possa sempre giudicare il passato. L’educazione collettiva era un bisogno, trasformato a un certo punto in ideologia, che ha dato i risultati adatti alle necessità di quell’epoca. Si vede che non solo erano adatti a quell’epoca, ma che hanno educato i giovani ad un’apertura mentale abbastanza grande da saper cambiare quello che non è più adatto. Dici poco?

Però ho incominciato a riflettere: non sempre si può giudicare il passato, ma in questo periodo mi accompagna spesso il senso del dejà vu. Noi israeliani lucidi di pensiero (che significa con il pensiero non offuscato da ideali estremisti o dal fanatico credo religioso del tipo “tuttoènellemanididio”, non reagiamo alla realtà che ci circonda come gli ebrei europei non hanno reagito alla realtà che li ha circondati in Europa con l’ascesa di Hitler. Positivo o negativo che sia il processo che si sta sviluppando nei paesi islamici, noi sappiamo che prima o poi si rivolgerà contro di noi e questo indipendentemente dalla politica del governo schifoso che abbiamo.

 Analizziamo fino a un dato punto, al momento di concludere...cambiamo discorso, torniamo ai nostri piccoli affanni quotidiani come fossero le cose più importanti e fatali della nostra vita.

Dopo, si chiederanno "Ma perchè non se ne sono andati in tempo?".

 

 




permalink | inviato da ariela il 10/3/2011 alle 22:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 213680 volte

:

Registra il tuo sito nei motori di ricerca

www.flickr.com
Questo è un badge Flickr che mostra le foto pubbliche e/o i video di Your Old Friend. Crea il tuo badge qui.



IL CANNOCCHIALE